Attività

 

Alcuni momenti organizzativi del nostro nido, come delle routine (igiene, pranzo, riposo), avvengono con conseguenza quotidiana regolare per aiutare il bambino a comprendere il trascorrere della giornata (ovviamente la giornata della fascia d’età 0-12 mesi è a seconda del bisogno del bambino). La struttura può accogliere 2 bambini suddivisi nei vari gruppi d’età e seguiti dalle rispettive educatrici di riferimento:

Sala blu 0-12 mesi 12-18 mesi
Sala gialla 18-24 mesi 24-36 mesi

Il primo passo necessario per lavorare a favore dell’infanzia e la creazione di un ambiente adatto ai bisogni psichici e fisici del bambino. La creazione di un ambiente adeguato è il riconoscimento pratico e reale dei bisogni fondamentali della vita del bambino.
Il bambino può agire autonomamente e dirigere le sue azioni aiutato dalle educatrici.

Il gioco principale attività del bambino e riveste un ruolo formativo determinante per lo sviluppo della sua personalità. Tutte le attività del Nido sono espressa in forma lucida.
Le attività proposte sotto la continua sorveglianza delle educatrici sono:

  • Attività grafico-pittoriche (pennarelli, matite, cera, plastilina, pasta di pane,…)
  • Attività linguistico – cognitive (domino, costruzioni, incastri, puzzle, libri immagini,…)
  • Attività motorie (motricità, giochi in giardino, danze, ginnastica,…)
  • Attività simboliche (cucina, travestimenti,…)

 

L’AMBIENTE È:

  • Proporziona mento delle capacità motorie, operative e mentali dei bambini
  • Ordinato e organizzato perché “l’ordine esterno aiuta a costruire quello interno”
  • Calmo e armonioso per favorire la libera espansione degli interessi e delle esperienze
  • Curato e ben articolato per stimolare il bambino all’autocorrezione e alla scoperta dell’errore
  • Attraente e bello affinché sia suscitata la naturale attrazione del bambino verso tutto ciò che di bello ti circonda

 

L’ambientamento:

Ambientare il bambino al nido significa dargli il tempo di cui necessita per abituarsi a creare dei nuovi legami, acquisire dei ritmi e delle abitudini che saranno necessariamente differenti da quelle a cui era abituato fino a quel momento.

I genitori avranno la possibilità di entrare e vedere con i loro occhi quello che accade nel nido. Potranno capire come le educatrici si occupano dei bambini, come li curano, come accolgono le loro ansie e come rispondono ai loro bisogno. I genitori potranno vedere ciò che accade al nido durante la loro assenza e in questo modo attenuare le loro ansie e preoccupazioni.